Le qualitá psicologiche dei giocatori di pallavolo e il loro allenamento

Tratto da http://www.savonafedervolley.it/

Tratto da http://www.savonafedervolley.it/

LE QUALITÁ PSICOLOGICHE RICHIESTE PER I GIOCATORI DI PALLAVOLO

Quali sono le qualitá psicologiche che un giocatore di pallavolo dovrá possedere? Conviene considerare il problema partendo da due aspetti. In primo luogo, il giocatore o la giocatrice deve avere le qualitá psicologiche che costituiscono le esigenze di base legate alla padronanza delle tecniche e tattiche della pallavolo. Ció include la percezione dello spazio (sentire il pallone), la percezione del tempo (visione e senso dello spostamento), la capacitá di attenzione con una capacitá di determinazione, la memoria delle azioni, un ragionamento operativo, ecc.
In secondo luogo, gli stati e le qualità psicologiche più complessi legati alla vittoria o alla sconfitta come la fiducia in sé, il carattere, la volontà, la capacita individuale di ragionamento, ecc.
In questo articolo studieremo le qualità psicologiche necessarie a i giocatori di fronte a quest'ultimo aspetto la condizione mentale dei giocatori durante la competizione e vedremo come allenare e migliorare queste qualità.

LE QUALITÁ PSICOLOGICHE NECESSARIE AI GIOCATORI DI PALLAVOLO

Carattere stabile, spirito alto, umore regolare
Il carattere rappresenta l'espressione intensa delle emozioni interne. Esso possiede delle funzioni d’aggiustamento messe in evidenza dall'esperienza stabile che guida e mantiene i comportamenti, eliminando gli ostacoli dal cammino. Un umore positivo può generare e rinforzare l'attitudine
Succede questo perché quando é sviluppato un umore positivo, la secrezione interna tende ad aumentare, anche la circolazione sanguigna aumenta e i muscoli diventano più tonici. Queste ripercussioni mettono l'organismo in uno stato di preparazione alle esigenze.Le competizioní di pallavolo si svolgono in un intenso e violento clima d’opposizione e confronto. Il gioco esige da parte dei giocatori salti vigorosi, corse molto rapide, azioni molto fisiche come negli attacchi, nei muri e in difesa. Con un carattere stabile e pieno di brio, tutte queste qualità e situazioni di gioco possono essere realizzate con successo in competizione e allora il livello raggiunto supera talvolta quello d’allenamento.
Da un lato, se il carattere del giocatore é debole, il suo organismo sarà in condizioni passive, abbassando allora le sue capacità d'azione, le sue possibilità di realizzare abilità tecniche e tattiche, sfociando sulla realizzazione di attacchi poco potenti, di salti poco elevati, di spostamenti e movimenti lenti, di un numero più importante di errori a muro e negli altri compartimenti del gioco. Se si hanno delle "chance" sono segnati dei punti, ma se non se ne hanno il gioco é perso prima che sia terminato. Il punteggio può evolvere molto rapidamente in un senso come in un altro al di fuori di tutte le attese e senza controllo.
La pallavolo é uno sport collettivo, ciascun individuo é responsabile di una parte di campo ed ha un ruolo determinato da tenere. In ciascun set le possibilità di sostituzione non sono eccessive. Di conseguenza, anche se un solo giocatore presenta cattivo umore, si mostra i uno stato psicologico irregolare, ciò provocherà una rottura nella catena che si avvererà difettosa. Questo ostacolerà seriamente l'insieme del gioco della squadra e si ripercuoterà sul punteggio.
Uno spirito combattivo indomabile
Lo spirito combattivo si definisce essenzialmente come l'attitudine a superare tutti i tipi di difficoltà incontrati negli impegni attivi. I giocatori di pallavolo hanno bisogno, in particolare, di qualità come la determinazione, la volontà, così come la padronanza di sé. La durata minima di una partita di pallavolo si avvicina a 45 minuti.
Nel caso d’incontri molto equilibrati, la durata del gioco potrà raggiungere più di due ore. Il numero di salti, di movimenti delle braccia, d’azioni fisiche, ecc., può superare il migliaio. Qualunque sia il livello, durante ciascuno scambio, il numero d’avversari non può essere inferiore a 5 o 6 giocatori. II consumo d’energia é importante. Il gioco richiede anche giocatori di resistenza, di non temere la fatica e di avere uno spirito combattivo fino all'ultimo momento. Senza tali qualità di volontà incrollabile, ottenere dei risultati si avvererà difficile, perfino impossibile.
Nelle partite importanti, molto combattute, il punteggio evolve spesso in modo "alternato" e la squadra può sovente restare dietro al suo avversario. In tali circostanze ai giocatori sono necessarie pazienza e perseveranza.
Bisogna evitare la temerarietà e l'impazienza. Acclamazioni che provengono dalle gradinate, urla dei sostenitori,

Le qualitá psicologiche dei giocatori di pallavolo e il loro allenamento 2

decisioni sbagliate degli arbitri, mancanza di familiarità con il terreno e i palloni costituiscono fattori che possono influenzare l'umore dei giocatori. Tutte queste condizioni inabituali necessitano un importante controllo di sé per superare la cattiva influenza di questi stimoli esterni.

Fiducia e determinazione per vincere
É solamente avendo fiducia in sé che si possono superare le difficoltà senza esitazione, Con la fiducia in sé il desiderio di vincere sará aumentato. Ció che si chiama "la convinzione di dover vincere" ("must-win-conviction") non corrisponde ad una sottovalutazione dell'avversario né ad imprudenza né a ottimismo irrealisti. Conviene considerare la squadra avversaria come pericolosa quando sfrutta le sue possibilitá e adottare disposizioni tattiche che permettono di tener conto dei suoi punti forti. In questa maniera, anche in situazioni mutevoli, é possibile trovare dei mezzi per assicurarsi un vantaggio. Se tuttavia c'é una grande disparitá tra le forze presenti, e che voi siete nettamente deboli, la condotta da tenere consiste nel dare il meglio di sé. Ció costituisce anche un'espressione della fiducia. Talvolta si producono delle sorprese e anche dei "miracoli". Quando la differenza
tra.le due squadre é minima o quando siete nettamente piú forte del vostro avversario, la fiducia in sé gioca abitual-mente un ruolo decisivo per il successo.

Attitudine a ragionare in profonditá e rapidamente
Durante un incontro di pallavolo le situazioni cam-biano rapidamente e in maniera improvvisa. Questo richiede a ciascun giocatore di disporre di un cervello calmo ed acuto, capace di ragionamento indipendente, capace di localizzare gli errori e di selezionare i mezzi che permettono di rovesciare una situazione poco favorevole.
I pallavolisti dovranno essere capaci di riconoscere i fattori che permettono di vincere dei punti e di fare durare un periodo favorevole. I buoni giocatori saranno in grado di individuare rapidamente le intenzioni tattiche dei loro avversari cosí come attuare molto velocemente una intesa tattica con i loro compagni. Dato che l'allenatore puó dare indicazioni tattiche solo durante i due tempi "morti" autorizzati per set, la maggioranza del gioco e degli aggiustamenti del gioco che avvengono nel corso della partita sono dovuti ai giocatori stessi. Di conseguenza é essenziale che ciascun giocatore sia capace di ragionare in modo indipendente e prendere iniziative per adattarsi alle esigenze di una situazione aperta.

Equilibrio delle qualitá psicologiche dei giocatori sul terreno
Durante un incontro di volley il temperamento e le disposizioni mentali dei partecipanti dovranno essere abbastanza equi librate, in modo da compensare un giocatore "rigido e inflessibile" con un giocatore "dolce e chiuso" con un giocatore "dolce e docile". II capitano in gioco dovrá essere di un calibro superiore a quello degli altri giocatori. Se i sei giocatori possiedono un temperamento "ardente e violento" e "un coraggio di tigre", il gioco rischia di evolvere a loro svantaggio. Essi tendono a diventare temerari e impazienti, a prendere rischi evitabili nel momento sbagliato. Se tutti i giocatori sono "troppo prudenti e circospetti", essi possono dimostrasi incapaci di superarsi. Cosí, mescolando qualitá come la dolcezza e la fermezza compensando flessibilitá con rigiditá, le sfide poste dalle fasi di gioco di difficoltá complesse possono essere meglio rilevate generando una stabilitá dello stato psicologico dell'insieme della squadra grazie agli apporti reciproci.

ALLENAMENTO DELLE QUALITÁ PSICOLOGICHE DEI GIOCATORI DI PALLAVOLO

Allenamento di certe qualitá psicologiche necessarie in competizione

Ció che viene considerato come qualitá psicologiche princi-pali abbraccia la comprensione di concetti teorici relativi a questi problemi, il desiderio profondo di allenarli e sviluppar-li e, alla fine, l'espressione di queste qualitá in termini di comportamenti abituali. Controllare le qualitá principali costituisce un processo di comprensione del funzionamento normale degli elementi di base. Per esempio, una volontá importante include la comprensione dei limiti del concetto di volontá, di identificazione del significato della volontá in competizione e l'invito all'individuo di allenarsi e di sviluppare questa qualitá nel senso della ricerca di una volontá importante cosí come l'invito a presentare questa qualitá trai comportamenti abituali.
L'allenamento psicologico deve essere basato su una forma-zione qualitativa. Per ottenere i migliori risultati dovrá essere associato ad altri programmi. Il contenuto dell'allenamento psicologico si presenta nella seguente maniera:

Le qualitá psicologiche dei giocatori di pallavolo e il loro allenamento 3

Sviluppo e risveglio della motivazione per lo sport

La motivazione implica la ragione inerente con la quale si puó spingere qualcuno all'azione nel senso del perseguimento di certi obiettivi. Piú a connotazione motivazionale é piena, piú l'entusiasmo e lo spirito d'iniziativa dei giocatori sará importante e durerá a lungo, piú la volontá sará forte e determinata e piú lo spirito combattivo sará elevato. Normalmente i giocatori hanno tutti i giocatori hanno tutti una certa motivazione per partecipare a un'attivitá sportiva. Ma questa deve essere ancora amplificata e sviluppata. Una motivazione debole, piú o meno volgare, deve essere guidata e portata a livelli superiori, piú nobili. Motivazioni a breve termine ed effimere dovranno essere condotte Per esempio: allenarsi e fare delle competizioni per l'amore di raggiungere gli obiettivi, le previsioni e il piano a lungo termine fissati dal gruppo.

Per una squadra nazionale questo piano puó significare la vittoria in questo o quel campionato del mondo o la conquista di medaglie d'oro. Per le squadre di club gli obiettivi a lungo termine possono consistere nelmraggiungere un certo livello nazionale, ecc. Sviluppare un senso collettivo dell'onore, della riuscita e del successo
Un giocatore é un rappresentante di una squadra o di un gruppo. I comportamenti e le azioni individuali sono stretta-mente legate all'insieme della squadra. Nell'altro senso, le vittorie colpiscono profondamente l'individuo.
Cosí l'indivi-duo deve considerare la gloria o la disgrazia della squadra come la sua.
Coloro che potrebbero diventare campioni, ma restano ad un livello qualsiasi, sono giocatori che non riescono a rispettare i loro obblighi. Un giocatore deve lottare con accanimento an-che quando non c'é che una debole speranza di trionfo. Un giocatore é una parte di una squadra allenata ed organizzata. Anche di fronte a inevitabili sconfitte i giocatori devono strin-gere i denti in una resistenza organizzata. Essere completa-mente in confusione senza presentare una buona dimostra-zione si avvera inammissibile.

Educazione del linguaggio
Nella pratica della pallavolo nascono spesso dubbi contrad-dittori nella coscienza dei giocatori.
Comprendendoli correttamente e servendosene questi dubbi contraddittori permetteranno di sviluppare o spirito combattivo dei giocatori così come il loro carattere.
Trasformazione reciproca della forza e della debolezza in fattori relativi.
La forza assoluta e la debolezza assoluta non esistono Dove c'é un'arma offensiva esiste anche un mezzo difensivo. Qualunque sia la forza dell'avversario, esistono anche delle maglie fragili nella catena.
L'avversario piú debole possiede anche i suoi punti forti o le sue attitudini speciali.
Nella pallavolo la forza tecnica o fisica é, ben inteso, il fattore fondamentale della vittoria o della sconfitta. Ma i fattori psicologici, applicazioni strategiche e tattiche corrette giocano ugualmente un ruolo importante. I fattori psicologici costituiscono frequentemente le condizioni o ragioni cruciali sfocianti sulla trasformazione  della forza in debolezza e viceversa. Una piena fiducia e un'eccellente spirito combattivo potranno trasformare la debolezza in forza. Al contrario, un morale poco coraggioso, una mancanza di entusiasmo e l'incapacitá di superarsi potranno trasformare la forza in debolezza. Sebbe-ne siano abitualmente le migliori squadre, le piú forti che vin-cono, non raramente succede che una squadra piú debole vin-ca un incontro contro una formazione piú forte. Quando il punteggio é a vostro svantaggio non significa che siete giá battuto. Quando segnate dei punti, non
avete ancora vinto la partita. Ammettendo che al forza e la debolezza siano reci-procamente trasformabili, mantenete il vostro spirito combat-tivo chiaro e stabile, che siate in grado di vincere o di perdere, potete guardare ancora avanti per prendere la vittoria.

Creazione di un atteggiamento corretto verso la vittoria o la sconfitta.
Differenti atteggiamenti verso la vittoria o la sconfitta possono produrre differenti ripercussioni. Un atteggiamento corretto verso la vittoria o la sconfitta costituisce uno dei fattori che permettono un umore stabile. Vincere o conseguire dei punti dovranno essere viste come situazioni temporanee e relative.

Zhu Ja Ming

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

0 Comments

Be the first to post a comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Hit Counter by http://yizhantech.com/