H. Wein a Carpi riassunto della 3 giorni

Il calcio comincia dalla testa

Una 3 giorni davvero molto intensa a Carpi,  dove  insieme a più di 200 Mister, ho partecipato al corso di formazione di H. Wein e di M. Nardini con tema "Come sviluppare calciatori più intelligenti" - in particolare - attraverso la metodologia dei giochi semplificati e dell'ormai famoso gioco denominato Funino (3 vs 3)

Da una mia personale considerazione che potrebbe essere tranquillamente discussa dal corso ho "assorbito" idee che spiegherò secondo quello che su di me hanno svegliato interesse e motivazione.

Partirei semplicemente da questa affermazione: IL MAESTRO E' IL GIOCO NON L'ALLENATORE". Questa frase ripetuta diverse volte, mi è entrata dentro in maniera particolare. in quello che vuole esprimere questo concetto c'è una sorta di cambiamento epocale nel mio modo di voler gestire e far crescere le squadre che alleno e che allenerò in futuro. La mia formazione è stata decisamente di stampo TRADIZIONALE  dove per questo termine intendo a "blocchi". allenamenti che prevedevano già prima di partire uno schema di applicazione, dei tempi, degli spazi e delle considerazioni dettate da quello che vedevo. dall'ultima cosa che ho detto sono ripartito. qui il metodo Wein mi ha davvero "colpito".

Semplificando come è giusto per spiegarvi dico che la sua grande efficacia sta qui.

  • GIOCO (E INTANTO OSSERVO)
  • CORREGGO (CON UN GIOCO)
  • IL DIVERTIMENTO PROSEGUE (E LA SPIEGAZIONE NON RUBA TEMPO PREZIOSO)
  • VERIFICO SU COSA CONTINUARE AD INSISTERE (E MI CREO UNA TABELLA DI MARCIA)
  • AI BAMBINI RESTA DENTRO MOLTO DI PIU'

Sono CONVINTO che sia un grande metodo dai 7 ai 10 anni, poi si può integrare con efficacia con altri concetti, ma intanto...i miei giocatori sono più PENSANTI, altra cosa fondamentale emersa dal corso.

Si i giochi, si i giochi correttivi, si le varianti (per non essere monotoni) ma il vero formatore deve IMPEGNARSI per trovare il modo per essere quello che fa pensare i propri ragazzi, per non dare niente per scontato.

Vedevo molto interesse quando si è fatta la dimostrazione degli esercizi ma penso che, fondamentalmente, una volta capito lo spirito e il concetto del gioco Funino siamo noi che, attraverso le nostre proposte, tarare sui nostri ragazzi i nostri esercizi.

Mi sento di consigliare a tutti di approfondire questo metodo, ne vale la pena.

 

Ps. il gioco ufficiale del Funino prevede 33 giochi ufficiali con 38 varianti.

su twitter    https://twitter.com/HorstWeinItalia

su facebook  https://www.facebook.com/#!/HorstWeinAssociationItaly

 

Matteo Panarelli

campo disegnato di funino

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

0 Comments

Be the first to post a comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Hit Counter by http://yizhantech.com/